LE LINEE SECONDARIE NELLA MANO-LINEA DEL SUCCESSO-

È molto rara e spesso visibile sola in parte. Corre in senso verticale dal polso verso l’anulare. Più è accentuata, maggiore sarò il successo professionale e nella vita privata. Ma questa linea rivela anche la sensibilità artistica e lo charme di una persona. Se si vede solo sotto la linea della ragione vuoi dire che il riconoscimento dei propri meriti probabilmente si realizzerà molto presto. Se si trova sotto quella del cuore il successo si concentrerà in età matura. Se infine si vede solo sopra la linea del cuore, gli onori arriveranno ù tardi.

Annunci
Published in: on 29 aprile 2011 at 09:46  Comments (1)  

I PIANETI

La parola Pianeta (dal greco Πλανητης), significa “colui che vaga”.
I pianeti non rappresentano altro che che l’energie che sprigionano naturalmente in maniera diversa a seconda del segno zodiacale che lo ospita. L’energia dei 10 pianeti considerati dall’ Astrologia influenza il nostro essere, le nostre azioni, i nostri gusti e attitudini, la vita quotidiana e può avere effetti più o meno positivi su di noi.
Mercurio, Venere, Marte, Giove e Saturno sono noti all’uomo dal tempo in cui cominciò ad osservare il cielo affascinati dal loro movimento, mentre Urano, Nettuno e Plutone hanno una storia più recente perché scoperti dopo l’invenzione del telescopio.
Da un punto di vista Astrologico il Sole viene considerato un Pianeta come gli altri che gira intorno la Terra dato l’Astrologia si basa su teorie geocentriche e non eliocentriche. Anche la Luna che astronomicamente viene considerata come il satellite della Terra, in astrologia ha le stesse proprietà di un Pianeta.

Nell’interpretazione di un tema natale i pianeti hanno una grande importanza perché ognuno di loro ha tutto un suo significato in base al segno zodiacale che si trova.
Oltre ai dieci pianeti “classici”, la cui importanza viene riconosciuta da tutti gli astrologi, ci sono parecchi altri corpi celesti che non vengono considerati ugualmente importanti. Chirone è stato largamente riconosciuto. Alcuni astrologi osservano gli asteroidi maggiori Ceres, Pallas, Juno e Vesta includendoli nelle loro interpretazioni.

Published in: on 26 aprile 2011 at 07:35  Lascia un commento  

GLI ARCANI MAGGIORI AL MICROSCOPIO-XX- IL GIUDIZIO

Resurrezione. Desiderio irresistibile. Il nuovo. Rivelazione dei simboli. Seconda nascita. Controllo materiale e spirituale. Appello inevitabile del divino e dello spirituale con la materia. Rinascita. Intelligenza perpetua. Ultimi passi da compiere prima di poter rompere definitivamente con il proprio passato. Splendore del mondo materiale. Decisione finale. Giudizio. Sentenza. Difficoltà per arrivare ad una conclusione o ad una determinazione. Cammino dell’evoluzione. Via di mezzo tra il negativo ed il positivo. Matrimonio collegato dai bambini. Uomo che è arrivato a controllare i prototipi paterni e materni e che diventa il proprio figlio.

Trasformazione astrale. Liberazione dai pensieri negativi. Perdita di qualsiasi cosa a causa di mancanza di giudizio. Pusillanimità. Dover scegliere tra una dimensione sopra-normale ed una dimensione materiale terrestre. Adorare di essere umano anziché comunicare direttamente con la divinità. Risveglio nel bel mezzo di coloro che dormono. Spirito sano e sesso purificato ma ancora collegati affettivamente. Apprendere a sapere dire di sì ed a sapere dire di no. Discernimento. Progresso spirituale attraverso la sofferenza. Il peccato dei genitori ricade sui bambini. Collegare e disciplinare tutti gli uomini raccolti in un solo corpo sociale. Nascita per parto cesareo.

Il corpo, l’anima e lo spirito che uniti riconoscono la rivelazione della loro vera essenza. Errori del passato che ricompaiono dinanzi al giudizio di tutti. Rimorsi. Necessità di perdonare. Rinnovamento. Riunione importante. Comparsa luminosa della fede. Guarigione. Uscire da una malattia interamente trasformato. Figlio che senza avere disconosciuto i propri genitori comincia l’iniziazione. Una vita ben riempita. Un lavoro ben fatto. Cambiamento nella coscienza personale che è ora sul punto di fondersi con l’universo. Timore della morte. Timore del progresso spirituale, credendo che conduca alla pazzia. Divorzio e lotta per restare con i propri figli.

Fine di una crisi politica. Ricevi soltanto ciò di cui hai strettamente bisogno. Pace mentale. Preghiera rivolta verso il Dio interiore. Promozione. Lasciarsi comperare con la pubblicità. Impulsi collegati nell’Inconscio e che scaturiscono improvvisamente nel gran giorno a favore di una presa di coscienza. Unione con la madre e rifiuto del padre. Padre che aiuta i suoi bambini a liberarsi perché seguano la loro via. Adorazione ed estasi. Trasmutazione durante il sonno. Nascita dell’illuminazione dopo la concentrazione della vita interiore. Gravidanza tardiva che sembra dover presentare difficoltà. Artista a lungo sterile che crea improvvisamente un’opera brillante. Coscienza collettiva umana intermediaria nell’alleanza della materia con Dio.

Esame e messa a punto delle acquisizioni e delle esperienze realizzate. Errore su sé e soprattutto prove che derivano da un giudizio erroneo. Arresto. Genitori che non lasciano i loro bambini sbocciare completamente per timore di doverli perdere. Ritorno al vero sole da cui tutto emana. Nuovo uomo. Caos primitivo superato. Virtù generatrice della terra. Sublimazione del desiderio carnale. Chiamato ad una vita santa. Nuovo amante. Nuovo accesso di virilità dopo un periodo di sofferenza degli organi sessuali. Cambiamento di gusti sessuali. Orgasmo nuovo e prolungato. Caduta definitiva. Morte ignominiosa. Rinnovamento sotto l’azione del verbo. Distruzione degli stock. Inventario. Rinvio. Sepoltura. Focolare che si demolisce. Agitatore politico. Apostolato. Lancio di una navicella spaziale. Ingenuo credendo che le visioni che gli procurano le sue droghe siano la vera illuminazione. Ritorno alle tradizioni dimenticate.

Published in: on 25 aprile 2011 at 11:14  Lascia un commento  

CUORE DI SALE

Capita che nonostante si stia vivendo una situazione sentimentale sembri che la relazione affettiva non sia sufficientemente solida. Questa situazione può derivare da dubbi per conto di una delle due parti o a causa di interferenze da parte di persone esterne alla coppia stessa. Si esegue dunque questa pratica per cementare una coppia, per aumentare l’intesa e creare una barriera contro le ingerenze di terze persone (parenti, suoceri, amici invidiosi…). Si può eseguire questo rituale anche per solidificare una relazione non convenzionale, ossia tra amanti e non necessariamente tra persone fidanzate o sposate. Si esegue questa pratica in una notte di luna crescente o di lunapiena, non ha importanza il giorno della settimana.

Occorre procurarsi:

1 panno di colore rosa

Incenso alla vaniglia

Sal Gorda (sale grosso da cucina)

Due fotografie degli interessati

Un metro e mezzo di nastro rosa

1 pizzico di zucchero

Una candela rosa a base di cera d’api

Petali di rosa bianca

Puzanga (ne bastano poche gocce)

Defumare la stanza, prima di iniziare, con incenso alla vaniglia (si possono usare i classici coni o gli stick).

Stendere il panno sul tavolo che funge da altare.

Sulla destra mettere la candela rosa in cui occorre incidere con uno stuzzicadenti di legno (non uno spillo) i nomi delle persone coinvolte nel rituale (qualora si eseguisse questa pratica per una coppia gay si utilizzi una candela viola). Accendere la candela.

Versare un monticolo di sale sul panno. Versare sopra il cuore tre gocce di Puzanga, un profumo speciale preparato nella selva amazzonica,prendere con le mani il sale ed impregnarlo della propria energia strofinandolo. Quindi sputargli sopra e formare sul panno la figura di un cuore. Prendere le due fotografie, metterle faccia a faccia.Avvolgerle col nastro in modo che vengano coperte completamente e chiudere il fardello con sei nodi. Sigillare il nodo con qualche goccia di cera della candela e spruzzare sopra tre pizzichi di zucchero e tre di sale. Dire:

”Unione ferma, unione di roccia,che il tempo non spezzi ed il male non raggiunga. Si uniscano i cuori, le menti ed i sessi in un pegno d’amore e di unione continua”.

Lasciare consumare la candela.

Appoggiare i resti della cera sul pacchetto. Coprire il cuore ed il pacchetto con i petali. Lasciare il rituale aperto. Il giorno successivo accendere un’altra candela incisa, bruciare un incenso alla vaniglia, ripetere l’orazione. Il procedimento si ripeterà per altri sette giorni (in totale il rito dura nove giorni). L’ultimo giorno, terminata la candela avvolgere tutto nel panno. Fare un involucro e seppellire il tutto ai piedi di una bella pianta.

Published in: on 24 aprile 2011 at 08:14  Comments (2)  

LE LINEE NELLA MANO-LA LINEA DELLA VITA-

E’ la più importante. Inizia tra pollice e indice e termina in corrispondenza del polso dopo aver tracciato sul palmo una curva più o meno accentuata. Non indica, come molti credono, la lunghezza dell’esistenza di una persona, ma la sua vitalità e il suo senso pratico. Quando è lunga e decisa rivela una costituzione fisica forte e sana e un carattere capace di affrontare qualsiasi  problema. Se è spesso interrotta avverte che in passato ci sono state delle difficoltà e che forse ce ne saranno anche in futuro.

La. curva dell’ energia Più ampio e deciso l’arco che la linea della vita forma circondando il Monte di Venere, maggio-re è la capacità di amare e la sensualità di una persona. Se invece è sottile e poco delineata, manca energia e fiducia in se stessi. Una linea attorcigliata indica poi paura di vivere e indecisione, mentre se è ramificata verso il polso rivela che anche negli anni più maturi non mancherà la gioia. ln questi casi è inutile però preoccuparsi: gli esperti sostengono che con impegno e ottimismo è sempre possibile modificarla in meglio. La vita è davvero nelle nostre mani!

Per chi vive giorno per giorno Quando è corta, ma decisa, segnala una certa propensione a vivere alla giornata e anche amore per il rischio. Se è anche poco disegnata, indica una mancanza di energia e determinazione. La linea dello vita coincide nel primo tratto con quella della ragione e rivela ambizione. Se non s’incontrano è indice di un carattere impulsivo.

Published in: on 22 aprile 2011 at 09:44  Lascia un commento  

Cos’è l’ascendente

Nell’astrologia l’ascendente non è altro che il segno zodiacale che sorge a est sull’orizzonte al momento della nascita ed è uno dei punti di partenza nell’interpretazione del tema natale. L’ascendente indica il modo in cui un individuo si propone e si adatta all’ambiente che lo circonda e il modo in cui affronta le situazioni. Nei primi trent’anni di vita, l’ascendente è più marcato rispetto al segno zodiacale. Perciò per avere una visione globale si può tracciare la Carta di nascita che mostra la posizione degli astri nel preciso momento della nascita che influenzano la nostra personalità indicando le nostre doti e imperfezioni e gli eventi della vita. Dato che l’ascendente è il modo di porsi o proporsi, a volte si potrebbe avere l’impressione iniziale che questo sia il vero segno zodiacale ché reale. Nell’analisi di un tema natale bisogna anche vedere se ci sono pianeti vicini all’ascendente o che formano aspetti per poter stabilire se per esempio le emozioni o alcuni tratti della personalità vengono amplificati o limitati.

Published in: on 19 aprile 2011 at 07:33  Lascia un commento  

GLI ARCANI MAGGIORI AL MICROSCOPIO-XIX- IL SOLE

Dio unito all’uomo ed al mondo. Unione ed unità di Dio, dell’uomo e della natura. Tempio della chiesa interiore. Stabilità. Salute perfetta. Concretezza. Raccolta. Coagulazione. Costruzione di un mondo nuovo dopo avere distrutto fino alle fondamenta stesse del vecchio mondo. Eliminazione totale della negatività del passato. Ambizione. Spirito creatore sul piano cosmico. Successo certo. Il corpo è diventato spirito e lo spirito diventato carne che produce così l’illuminazione. Felicità. Amore totale. Luce che sostituisce le forze oscure. Uomo-bambino dipendente da un maestro. Fraternità. Intelligenza collettiva. Verità sacra. Ricchezza. Gloria. Arroganza. Alcolismo. Successo dopo un periodo di difficoltà. Malattia superata. Errore di giudizio che diventa un disastro. Nuvole. Splendore del mondo materiale. Sterilità. Gnosi. Vittoria dello spirito sulla carne. Anima rigenerato illuminato dalla luce divina. Apertura del terzo occhio. Possibilità di reincarnazione in un corpo superiore. Forze negative e positive dell’universo si collegano per produrre la coscienza cosmica che è la base del ritorno a Dio. Creazione di un nuovo universo. Cuore e plesso solare. Il super-razionale. Personalità armonica che torna all’innocenza. Santità. Matrimonio infelice. Padre cosmico. Dimensione di pensiero. Saggezza negli scritti. Bellezza fisica. Grande avversità. Irradiazione del pensiero. Coppia che ha lavorato per raggiungere un’unione perfetta e che riceve i regali divini meritati dalla sua purezza. Uomo che ha realizzato l’unione interiore diventa androgino spirituale. Gli esseri realizzati danno al resto dell’umanità ciò che hanno ricevuto e compreso. Distruzione con il fuoco. Fine del mondo. Amore trascendente. Sesso diretto dall’amore. L’amore e non la lussuria stimola i genitali. Una coppia che giunge all’orgasmo allo stesso tempo. Amore per il mondo che deve venire. Chi riuscirà a recuperare il suo cuore di bambino. Padre che ama i suoi figli. Armi affilate. Digestione. Nutrizione ed assimilazione. Cielo supremo. Razza umana che costruisce il nuovo paradiso. Elisir di lunga vita. Profilassi. Uomo che sa invecchiare e trasmettere le sue conoscenze alla nuova generazione. Né Dio né maestro. Riunione dell’uomo con se stesso. Sapere accettarsi. Vivere senza colpa. Superare il timore. Unione rotta. Esibizionismo. Miseria dissimulata sotto brillanti apparenze. Polvere negli occhi. Nuova parte. Rottura con il passato e la sovranità paterna. Perdita della potenza sessuale. Trionfo di chi sa innovare. Immaginativo. Ridere dopo le lacrime. Pregiudizi razziali. Vacanze. Ciò che desideri si realizza. Successo negli affari. Non credere che tu sia sempre incompreso. Problemi sentimentali in vista. Rifiuto del piccolo fratello. Fiducia.

Sottigliezze scientifiche. Tendenza alla crudeltà sublimata accettando responsabilità umanitarie. Odio verso i bambini. Timidezza. Mancanza di fiducia verso il sesso opposto. Perdita di un amico. Veggenza. Non poter o non voler perdonare. Buoni raccolti. Studi terminati. Apprendere a morire per amare la vita. Piacere nella ricerca della vita semplice. Fallimento nel tentativo di un compromesso. Perdita di un’occupazione. Difetto del pancreas. Sa apprezzare i valori dell’altro.

Published in: on 18 aprile 2011 at 11:12  Lascia un commento  

LE FORZE EVOCATE NELLA MAGIA BRASILIANA

L’origine degli Orixà’s nasce e si sviluppa da un Essere Supremo Assoluto chiamato Olorum o Oludumarè, egli racchiude in Se il seme di ogni cosa e vive in se stesso pieno di Grazia. Ad un certo punto, nella sua completezza, si è sentito incompleto e in un atto d’amore si è ripiegato in se stesso dando origine al Creato. Tutto nacque da un’azione di Grazia e Amore!

Nacque per primo il tempo, poi, Olorum, l’Essere  Assoluto Supremo, si scisse nei vari Orixà’s.

*Il tempo, primo nato è un Orixà’s Superiore, egli è inteso come destino ineluttabile ed è chiamato Orunlà o Ifà, è trasfigurato nel nostro S. Francesco, quindi in Sacerdote, l’uomo di Chiesa, l’iniziato, l’uomo alla ricerca della verità.
*L’Ifà parla tramite i Buzios (conchiglie divinatorie)o tramite l’Opelè (una collana di noci di palma)
Il linguaggio di Ifà è talmente esoterico e trascendentale che solo i sacerdoti possono comprenderlo, è metafisico superiore e viene trasmesso dai Signori dei Crocevia Cosmici di nome Orixà’s, Exù, Elegbarà.
Nacque poi il Movimento Originario, anch’esso Orixà’s Superiore di nome Oxumarè ed è la rappresentazione dell’Iniziazione.
Oxumarè è il Grande Serpente Cosmico, in lui vibrano tutti gli Orixà’s, le 7 vibrazioni originarie, i 7 colori dell’iride che sono 1, è l’arcobaleno, il ponte che porta all’infinito, è la preghiera del fedele che sale verso il proprio Dio, è il cammino verso il Signore del Karma, Ifà.
Oxumarè è androgino, il suo aspetto femminile e fertile della Grande Madre che è Ewà, terra e mare insieme, egli partorisce tutti gli altri Orixà’s.
Oxumarè e signore di abbondanza e ricchezza come della morte e della rinascita, è in eterno movimento di vita che coinvolge ogni cosa.
Nell’Umbanda lo troviamo nei panni si S. Bartolomeo.
Originariamente viene rappresentato come un uomo con il corpo di serpente, viene onorato il Martedì, il suo colore è il bianco;gradisce offerte (Ebò) con lo stesso colore: farina di riso, farina di mais, vino bianco, uova sode, creme al latte, budini e polvere di argento.
Il suo aspetto maschile è Arromoboi e la sua compagna è Ewà.
Ewà è molto conosciuta e venerata perché propizia il commercio e aiuta le donne nei loro problemi, prende i panni della Vergine di Altegrazie, viene onorata il sabato ama offerte di vino bianco, meringhe, panna cotta e polvere d’oro.
Oxumarè diede origine a Oxalà, Signore del Bianco, Cielo Maschio Obatalà   femmina Oduduà, anche lui originariamente androgeno, Oduduà è ancora oggi adorata come Nanà: la nonna. E’ buona norma fare offerte ai Santi (Orixà’s) e salutarli nella loro lingua con il loro personale saluto.
I sacerdoti della Trinità Brasiliana sono detti Pai do Santo e le sacerdotesse Mae.
Essi dedicano la loro vita alla ricerca della verità e vivono la magia come ricerca interiore volta all’aiuto del prossimo.
Lo studio delle lunazioni, dei pianeti legati ai giorni della settimana che sono favorevoli ai vari Orixà’s, la magia verde e la magia delle piante (erbe), la magia delle candele (fuoco di forza), il Pontos Rescados, il Pontos Cantados, la pietra Imà, i Buzios (conchiglie divinatorie), le preghiere e le orazioni fanno di questa magia religiosa un ottimo tramite fra il visibile e l’invisibile con risultati certi e capacità fondate.
Inutile ricordare che la fede è il vero mezzo per raggiungere il Pensiero-Potere!

 

Published in: on 17 aprile 2011 at 07:32  Lascia un commento  

LE LINEE NELLA MANO-LA LINEA DELLA RAGIONE

Intelligenza in primo piano: La seconda linea della mano, partendo dall’alto, è quella della ragione: inizia tra pollice e indice, attraversa il palmo e finisce in prossimità del Monte della Luna. Rappresentala capacità di adattamento e soprattutto il grado di intelligenza di una persona. Quando è ben delineata e un pó curva indica un notevole intuito e una visione chiara della vita. Chi invece possiede questa linea tracciata a catena, è volubile per natura. Gli introversi hanno la linea della ragione quasi parallela a quella della vita avranno un’esistenza dominata dalla sfera razionale.

Lunga: vince la fantasia: Se la linea è leggermente inclinata verso il basso, ed è lunga (termina proprio nel Monte della Lima) esprime una grande fantasia. Appartiene a chi è molto distratto e ama divertire gli altri. Non per niente le linee più lunghe le hanno gli attori, ma anche i politici. Quando invece la linea appare interrotta in più punti, rappresenta altrettanti cambiamenti di residenza odi lavoro, e rivela un carattere portato a mettere spesso in discussione la propria vita.

Corta: la volontà debole Una linea della ragione molto corta, che non va al di là del dito medi indica una personalità debole, con poca forza di volontà. Se è poco visibile e imprecisa, rivela un carattere facilmente influenzabile. Se invece finisce sotto il mignolo denota senso pratico. Le persone che possiedono questa linea con molte diramazioni nella parte finale hanno anche un umorismo spiccato. Attenzione: se si piega verso la linea del cuore può significare impazienza.

Published in: on 15 aprile 2011 at 09:42  Lascia un commento  

Per allontanare l’energia negativa dal corpo

Questa “pulizia” viene consigliata per eliminare dal proprio corpo quel genere di negatività che si possono accumulare frequentando ambienti “pesanti” quali ospedali, sanatori o luoghi in cui sono presenti persone negative, invidiose, stressanti e quel

tipo di individui che nel linguaggio esoterico vengono chiamati vampiri.

Occorrente:

7 panni di colori differenti (bianco, rosso, azzurro, giallo, marrone, rosa, porpora)

un sigaro

1 candela stilo bianca

cachaça

vino secco

acqua benedetta

Acqua di Florida

acqua di fiori d’arancio (si trova in drogheria)

acqua di rose

Van Van

1 saponetta Sete Linhas

defumazione Sette Potenze Africane

Giorno: qualsiasi

Orario: qualsiasi

Fase lunare: indifferente

Accendere una candela bianca in onore delle Sette Potenze Africane. Annodare insieme i sette panni colorati ad un’estremità, a formare una sorta di spazzola a sette frange. Versarvi sopra un po’ di cachaça, di vino secco, acqua benedetta, Acqua di Florida, acqua di fiori d’arancio, acqua di rose, Van Van. Soffiare sopra i panni sette boccate di fumo del sigaro, acceso in onore alle Sette Potenze Africane.

Recitare questa orazione:”Oh Sette Potenze intorno al Santo fra tutti i Santi, invoco la vostra benefica intercessione affinchè mi liberiate da ogni carica negativa che possa pregiudicare il mio corpo e il mio spirito. Vi chiedo con fede di scacciare ogni ossessore, ogni larva e ogni entità negativa che possa danneggiarmi. Liberatemi da ogni male, purificatemi affinchè sia salvo e possa lodare e testimoniare la gloria di Dio Padre. Amen.”.

Spogliarsi. Passare i sette panni sul proprio corpo, dal collo in giù, ovunque e accuratamente, sbattendoli ogni volta a terra, per scaricare al suolo le cariche negative accumulate. Una volta terminata la purificazione lavarsi con una saponetta Sete Linhas, preparata con le sette erbe tradizionalmente sacre alle Sette Potenze Africane. Asciugarsi con un asciugamano pulito, di colore chiaro. Defumarsi con la defumazione delle Sette Potenze Africane quindi vestirsi indossando biancheria e abiti puliti. I panni possono essere lavati, aggiungendo all’acqua per lavarli del Van Van, e riutilizzati altre volte per il medesimo scopo.

Published in: on 14 aprile 2011 at 09:49  Lascia un commento