Per fare tornare indietro al mittente le energie negative

Questa pratica, secondo la tradizione, ha il potere di rimandare al mittente le

negatività che derivano da malocchio, cattivi pensieri, invidia.

Occorrente

– 1 bicchiere nuovo

– 1 piatto bianco

– 9 candele stilo rosse e nere piccole

– 3 cucchiai di sale grosso

– polvere Revirada

– polvere Espiritu Congo

– essenza Van Van

– un sapone esoterico di scarico

Giorno: martedì o venerdì

Orario: qualsiasi

Fase lunare: qualsiasi

Riempire il bicchiere per tre quarti di acqua e dentro metterci tre cucchiai di sale grosso da cucina, polvere Revirada, polvere Espiritu Congo.

Coprire il bicchiere con il piatto, quindi con attenzione capovolgere il bicchiere, facendo in modo che l’acqua resti dentro.

Sopra il bicchiere mettere una candela rossa e nera e dire:

”Offro questa candela a Exù Vira Mundo, affinchè tutto il male che mi è stato fatto ritorni a chi me l’ha mandato”.

Mettere il lavoro dietro la porta di casa. Lasciare consumare la candela e gettare il contenuto del bicchiere nello scarico.

Piatto e bicchiere andranno lavati con essenza Van Van. Il lavoro va ripetuto per nove giorni consecutivi. Lavarsi quotidianamente con una saponetta di scarico delle negatività del tipo Descarrego, Sete Linhas, Desmancha Tudo….

 

Annunci
Published in: on 8 settembre 2011 at 09:07  Lascia un commento  

IL TESORO DEI SETTE MARI

Si esegue questa fermezza per favorire gli introiti in una casa ed aumentare così il budget di tutti quelli che abitano sotto lo stesso tetto. Viene eseguito questo rituale, nella tradizione afrobrasiliana sotto gli auspici di Iemanjà, signora del mare, in un giorno di luna piena.

In una quartinha (sorta di brocca con coperchio) di ceramica bianca, con manici, mettere sul fondo una pietra di Acquamarina. Aggiungere sette monete correnti, polvere Ouro, polvere Prata, olio di Iemanjà. Aggiungere sale grosso fino a metà dell’altezza della quartinha  e coprire tutto con Agua Flor de Laranjeira.

Accendere un defumador di Iemanjà ed a lato della quartinha una candela da sette giorni bianca e celeste quindi dire:

”Poderosa regina dei sette mari, madre amorevole a cui tutto dai vita, ti chiedo di colmare della tua benedizione questo focolare e di infonderci abbondanza, prosperità, denaro e benessere. Confidando nella tua misericordia ti prometto di accendere in tuo onore ogni sabato una candela celeste e di onorarti con questo incenso che porta il tuo nome”.

Lasciare consumare la candela completamente.

La quartinha andrà conservata in casa, nella stanza in cui si passa più tempo. Ogni sabato si accenderà una candela celeste e si brucerà un defumador di Iemanjà in suo onore. E’ bene che l’acqua di Flor de Laranjeira all’interno del recipiente sia sempre presente. Ogni volta che evaporerà aggiungerne dell’altra. E’ bene tenere la quartinha appoggiata su un piatto bianco, decorato magari con conchiglie, coralli o pietre raccolte sulla riva del mare

Published in: on 3 settembre 2011 at 09:09  Lascia un commento  

Rito d’amore con la smania gialla

La smania gialla è una delle ricette più care alla stregoneria tradizionale. Se in passato si utilizzava per stregare lettere e missive degli innamorati, per far si che la persona amata sentisse desiderio verso il partner, nell’era delle email e dei cellulari è passata in un certo senso in disuso, tuttavia, come si sa, in magia la fantasia è un elemento iniziale e voglio suggerirvi un modo per impiegare questa formula che merita di non passare nel dimenticatoio.

Molti negozi di articoli esoterici propongono questo articolo come curiosità, ma in realtà propinano unicamente della terra colorata.

La vera Smania Gialla va preparata con le proprie mani, come insegnavano le streghe del passato, seguendo rigorose indicazioni di impiego. Se osservate attentamente la formula noterete che ha

tutte le caratteristiche di una preparazione culinaria e non si può escludere che venisse impiegata anche per condire appetitose e succulente pietanze in grado di fascinare non solo il palato dei commensali…

Occorre procurarsi: un cucchiaio di sale grosso, una

bustina di Zafferano, Erba dell’Amore, un pizzico, erba “Agarra Hombres”, un pizzico, coriandolo (sette chicchi), erba della Mano Poderosa, un pizzico, erba No Me Traicione (un pizzico).

Mettere gli ingredienti in un pestello, in una notte di luna piena. Accendere una candela bianca a base di cera d’api. Bruciare un po’ di resina di Aloe e dire::

”Luminosa Luna, protettrice di ogni amore e di ogni incanto, prestami uno dei tuoi raggi per sedurre (nome della persona) e conservare la sua gelosia, il suo amore e la sua fedeltà”.

Sputare nel pestello tre volte, mescolare bene e ridurre il tutto in polvere finissima. Lasciare il preparato sul davanzale illuminato dalla candela. Il giorno successivo ritirare la polvere che a questo punto è stata magnetizzata dall’astro lunare. Spargere questa polvere nelle scarpe della persona amata (qualora debba allontanarsi per un viaggio) o utilizzatela per spruzzarla su un maglione o un oggetto che siete sicuri sarà indossato da questa. Secondo quanto si tramanda questo rituale ha il potere di far si che la persona amata pensi sempre a voi e sia preso dalla smania di rivedervi ogni volta che si distacca.

Published in: on 2 settembre 2011 at 08:56  Lascia un commento  

GLI STRUMENTI DELLA STREGA :L’incenso

Rappresenta l’elemento Aria. L’incenso viene utilizzato per purificare l’ambiente in cui si svolgono i riti e viene scelto secondo le particolari doti che ogni incenso possiede e che si adattano al lavoro da svolgere. Spesso vengono bruciati su carboncini i grani di incenso di chiesa o le erbe essiccate. Da bruciare anche durante la meditazione.

Published in: on 1 settembre 2011 at 07:48  Lascia un commento