Sortilegio per farsi amare

Con qualche piccolo espediente, procurarsi un oggetto che la persona che vi interessa abbia portato addosso, come un fazzoletto, una cravatta, qualcosa comunque che gli sia appartenuta da tempo. La sera, andando a letto, collocatevi l’oggetto tra i seni pensando intensamente all’amato fino a che cadrete addormentate.
Questo rito sarà ripetuto per 7 sere consecutive. Prendete poi un piccolo pezzo dell’oggetto e bruciatelo di venerdì appena spunta il sole. Conservate le ceneri e non appena avrete l’occasione, fate in modo di farle scivolare sulla pelle dell’amato. Se ciò non fosse possibile, cercate almeno di trasmettergliele toccandogli la mano quando vi saluta.

Annunci
Published in: on 30 agosto 2013 at 10:10  Lascia un commento  

Incantesimo per conquistare un innamorato indeciso

 

Di luna crescente

1.   Procurarsi un semplice piattino bianco ( non di plastica)

2.   1 bastoncino di incenso naturale ( o di rosa)

3.   1 pezzetto di carta bianca

4.   1 candela rosa

5.   poco inchiostro di china rosa

6.   un bastoncino appuntito che farà da penna (o una penna d’oca affilata)

7.   un rametto secco di verbena (o un fiammifero di legno)

 

 

Il rituale va eseguito di venerdì  (giorno e ora di Venere, pianeta dell’amore) 

  • Accendere una candela rosa in una stanza tranquilla con un rametto di verbena. 
  • Accendere un bastoncino d’incenso NATURALE
  • Scrivere con chiare parole il tuo desiderio su un pezzetto di carta bianca con l’inchiostro ROSA ( ve bene quello di china) e la penna d’oca (o bastoncino di legno)
  • Mentre si scrive e poi esegue il rituale pensare ardentemente a ciò che vogliamo accada, come si fosse già realizzato. 
  • Subito dopo, leggere per tre volte ad alta voce quello che abbiamo scritto sul foglietto
  • Passare il bigliettino sui fumi dell’incenso e poi sulla fiamma della candela affinche’ prenda fuoco
  • Restare in silenzio, concentrati per alcuni secondi per caricare il desiderio con la forza della mente.
  • Poggiare il fogliettino in un piattino affinche termini di bruciare.

Il rito è finito.

 

Quando la candela sarà completamente consumata, i residui della cera e le ceneri del foglietto dovranno essere disperse in un corso d’acqua (no wc, no fogne, no lavello)

 

Nota:Accendere la candela e gli incensi con il rametto di verbena secco e di spegnere la candela e gli incensi con le dita umide

Dimenticare di aver fatto il rito ed attendere almeno SEI mesi prima di costatarne l’efficacia.

NON sovrapporre MAI, più riti perchè non si ottengono risultati immediati: la magia è anche PAZIENZA.

 

Published in: on 28 agosto 2013 at 08:33  Lascia un commento  

Incantesimo per conquistare un uomo irraggiungibile

Desiderate un uomo che sembra irraggiungibile, distaccato e riservato? per farlo innamorare provate questo rituale

 

INGREDIENTI:

 

-Un sasso di piccole dimensioni raccolto dove egli passa di solito ( anche un pezzetto di muro della casa dove abita, o di asfalto ecc)

– Un pezzetto d’ambra 

– tre foglie di ulivo

– un quadratino di stoffa rossa

– Un filo rosso 

– Un penna rossa che scrive rosso

-olio essenziale di verbena ( va bene anche un rametto di verbena)

 

Svolgimento:

 

In un venerdì qualsiasi, ma di luna crescente, scrivi il tuo nome su un lato del sasso e dall’altro il suo, con la penna rossa, poi ungilo con qualche goccia di olio essenziale ( oppure lega il rametto di verbena al sasso con il filo rosso)

Poni il sasso al centro del quadratino di stoffa, ponici sopra le tre foglie di ulivo, aggiungici il pezzetto d’ambra e chiudi il quadratino di stoffa come fosse un pacchetto, poi lega il tutto con il filo rosso, facendo 9 nodi e ripetendo ad ogni nodo: 

Con questo nodo (nome della persona) io ti lego tutti i cinque sensi”

Porta con te il talismano fino alla realizzazione del tuo desiderio ( da 0 a 6 mesi), e poi gettalo in un corso d’acqua durante un temporale.

 

Published in: on 27 agosto 2013 at 08:23  Lascia un commento  

Per farsi amare da tutte le donne

Prendere della Valeriana pestarla e ridurla in polvere e dire:
“haec tibi faciout facias ea quae volo porta et immissa mulierem in me spissa venire.”
Portala con te e ogni donna cadrà ai tuoi piedi.

Published in: on 26 agosto 2013 at 10:08  Lascia un commento  

Per non amare più un uomo

Un lunedì di Luna Calante allo spuntare del giorno la donna innamorata esca di casa e si rechi in riva a un ruscello, ad uno stagno, a un lago o al mare. Li getterà in acqua 3 fiorellini di verbena, ad uno ad uno, dicendo sottovoce bel buttare il primo fiore: “Jeliel, sitael, Caliel”. Nel gettare il secondo dire: “Mumiah, Jabamiah”. Il terzo: “Manakel, Rachel, Poiel” (farsi il segno della croce) e terminare con le parole: “Cavakiah, Makamieh”.
Terminata l’invocazione, raccogliere nuovamente i 3 fiori e porli in una bottiglia o in un bicchiere pieno d’acqua tolta da dove si è fatta l’operazione e aggiungervi 3 cucchiai di miele ed esporre il tutto per 3 notti all’influenza delle stelle.
Si lavi poi la fronte, il petto e le mani con tale acqua e procuri un incontro con l’uomo che si desidera dimenticare. E’ probabile che una volta trovati a tu per tu scoppi un litigio che determinerà la rottura, per sempre.

Published in: on 25 agosto 2013 at 10:06  Lascia un commento  

Rito per Hator

Rito dell’Abbondanza.

Per favorire la realizzazione dei vostri sogni di abbondanza, prendete una candela di colore oro per invocare la divinità
dorata. Utilizzando un oggetto appuntito, incidete sulla sua superficie il vostro nome e il motivo per cui desiderate l’aiuto di Hathor. Ponete la candela in un luogo sicuro ed accendetela. A questo punto prendete una ciotola di acqua limpida e benedite l’acqua immergendovi la candela accesa, come gli Egizi solevano fare migliaia di anni or sono. Quindi spruzzate l’acqua santificata sulla terra. Sappiate che con questo gesto, voi spargete le vostre speranze attraverso il mondo. Per le tre notti successive a questo rito, accendete la vostra candela ad Hathor e pensate a ciò che avete chiesto – e a ciò che potete fare per aiutarla affinchè lei vi aiuti a realizzare il vostro desiderio.”

Published in: on 24 agosto 2013 at 09:36  Lascia un commento  

Incantesimo di protezione

 

Per questo incantesimo non occorrente niente, servite solo voi stessi e le vostre qualità di meditazione e visualizzazione. Innanzitutto fate un bagno purificatore, dopodiché mettetevi in posizione di meditazione e incominciate a raccogliere l’energia nel vostro cuore e inviatela all’esterno, circondandovi con una scintillante sfera di luce bianca. Con ogni respiro, aggiungete potenza allo scudo, visualizzatelo e sentitelo crescere finché non si espande per un metro attorno al vostro corpo, visualizzate tutte le energie positive e potenti che userete per la crescita personale e per il successo, sentite l’energia positiva scorrere dentro di voi. Quando avete la sensazione che la protezione dello scudo è salda, battezzate il vostro potere con il nome di “Scudo Radioso”. La prossima volta che vi sentirete attaccati da nemici, vi limiterete a evocare il vostro potere con le parole “Scudo Radioso”, visualizzando e sentendo la sfera attorno a voi. Qualunque negatività diretta contro di voi sarà respinta e trasformata.

Published in: on 23 agosto 2013 at 09:28  Lascia un commento  

RITUALE DEL SUCCESSO

Occorrente:
Una candela arancione
olio di oliva
otto fave
RITUALE
per cominciare,ungete la candela arancione con olio di oliva,poi accendetela invocando la presenza delle potenze mercuriali(mercurio).Disponete otto fave davanti a voi,poi versateci sopra un po’ di cera;il numero otto corrisponde a quello di Mercurio,mentre le fave arrecano fortuna e successo.
Quando la cera si sarà raffreddata,portate le fave in tasca oppure stringetele nella mano destra se una situazione richiede successo immediato.

Published in: on 22 agosto 2013 at 07:08  Lascia un commento  

Incantesimo della stella cadente

Per fare in modo che il nostro amante non si allontani mai da noi,mentre vediamo una stella cadente,dobbiamo dire:

“Non casca la stella,ma casca l’amante mio;
che venga di giorno e di notte o al punto di mezzanotte
a battere alla porta di casa mia;
che non possa vivere,non possa stare
finchè alla porta di casa mia non viene a picchiare”

 

Published in: on 8 agosto 2013 at 08:22  Lascia un commento