La magia delle candele parte 2

Come si accendono le candele

Mai utilizzare dei fiammiferi perche’ la loro capocchia contiene zolfo. E’ preferibile accenderle con un comunissimo accendino che compreremo ed useremo solo per questo scopo.

Come si spengono

Soffiare sulla fiamma è di cattivo auspicio. E’ preferibile inumidirsi le dita e stringerle sullo stoppino o utilizzare gli appositi spengimoccolo.Solo in taluni rituali è comunque richiesto lo spegnimento della candela in quanto è sempre preferibile lasciare che la o le candele impiegate si consumino totalmente.

Con cosa si traccia un sigillo su una candela

I sigilli si possono tracciare ( non guardate alla perfezione perchè essa non è di questo mondo e non siamo tutti Leonardo da Vinci ) si tracciano con la punta di un chiodo o del coltello per i riti di “offesa” e con un bastoncino naturale ( di rosmarino o altra pianta appropriata ) per tutti gli altri tipi di rituale. Ma in mancanza anche un semplice stuzzicadenti andrà benissimo.

Published in: on 27 settembre 2015 at 17:16  Lascia un commento  

Rito per ottenere fortuna

Occorrente:
3 candele verdi
Il vostro incenso preferito legato alla fortuna
Procedimento:
L’incantesimo dovrà essere eseguito un Giovedì, nell’ora di Giove, con la Luna in fase Crescente o piena. E’ importante che l’energia dei pianeti siano in accordo con il vostro incantesimo in modo tale da ottenere più successo e riuscita dello stesso.
Preparate il luogo, fate in modo che nessuno vi disturbi. Preparate quel poco che vi occorre per il rituale. Dovete essere convinti e certi della riuscita dell’incantesimo, un qualche tentennamento potrebbe portarlo a fallimento.
Ora accendete le tre candele e l’incenso ed evocate gli spiriti elementali della Terra:
“Dalle Torri del Nord io invoco ed evoco gli spiriti della Terra,
vi prego ascoltate il mio richiamo.
In questo periodo dove la fortuna non mi assiste
io vi chiamo per vegliare su di me, proteggermi, assistermi ed ottenere il mio giusto successo.
Oh Spiriti della Terra a voi offro queste candele e questo incenso,
a voi mi affido accogliete la mia richiesta di aiuto.
Così Sia!!”
Ripetete tali parole fino a quando nella vostra mente affiori la certezza che gli spiriti vi abbiano ascoltato e accolto la vostra richiesta. Dopodiché lasciate che le candele e l’incenso si consumi; i resti poi andranno sotterrati quindi donati alla terra.

Published in: on 26 settembre 2015 at 12:53  Lascia un commento  

La magia delle candele

Le candele sono da sempre considerate uno strumento molto importante in Magia, esse rappresentano la “scala” attraverso cui il nostro desiderio sale sino ai piani superiori prima di concretizzarsi nella realtà. E’ quindi utile conoscerle, sia sotto l’aspetto del significato che da secoli viene loro attribuito, ad ogni singolo colore, e all’accostamento che se ne fa con i relativi pianeti e forze collegate. Prima di utilizzarle molti usano ungono le candele con olii profumati o anche con del comune olio di oliva da cucina precedentemente consacrato. L’unzione delle candele deve essere fatta visualizzando il risultato da ottenere partendo dalla metà della candela andando su in alto e dalla metà procedendo verso il basso. Questo modo di procedere all’unzione rievoca la frase ormai famosa del grande Ermete Trismegisto e cioè: COME IN ALTO COSI’ IN BASSO. Il più delle volte, a seconda del rito che si deve svolgere, si traccia una croce alla base della candela con il pollice della mano destra intinto nell’olio o vengono incisi sulla candela dei simboli o sigilli che richiamano l’attenzione della forza da cui vogliamo protezione per il nostro rituale. Vedi ad esempio il capitolo sui 7 spiriti di luce e i loro propri sigilli. I colori delle candele vengono associati alla nostra volontà e allo scopo del Rito che si sta per compiere. Si possono impiegare anche più candele nello stesso momento o una sola, o 3, la bianca e la nera che sono la summa della regola del binario (nera a sinistra e bianca a destra, le due forze contrapposte di positivo e negativo che poste in equilibrio divengono forze generatrici) e al vertice di questo triangolo la candela “portante” associata al desiderio da realizzare, sempre tenendo bene a mente ciò che ci accingiamo a creare SECONDO LE REGOLE, SECONDO I GIORNI LE ORE E I PIANETI CHE PRESIEDONO AL NOSTRO SCOPO.

Published in: on 25 settembre 2015 at 08:13  Lascia un commento  

Come pulire la propria casa da tutte le energie negative

Alcune semplici tecniche in grado di riarmonizzare la nostra casa, eliminando tutte le energie infauste che ci possono colpire. Sale, fuoco, acqua per ripulire gli ambienti in cui viviamoSe la nostra abitazione, il luogo dove passiamo la maggior parte del nostro tempo per mangiare, leggere o svolgere le normali attività, è armonizzata e quindi ha un’energia positiva difficilmente ci ammaleremo.Nonostante lo stress quotidiano, l’inquinamento atmosferico, acustico e il traffico cittadino ci rendano più deboli e quindi soggetti ad avere un sistema immunitario più fragile, applicando alcune semplici tecniche possiamo creare un ambiente energeticamente equilibrato e che ci permetta di restare connessi con noi stessi e con la Terra, aiutandoci anche a prevenire eventuali patologie più o meno gravi.
La tecnica del Sale
Il Sale è il purificatore dell’elemento Terra, molti popoli lo utilizzavano fin dall’antichità, nelle chiese veniva miscelato all’acqua sacra prima di metterla a disposizione dei fedeli, per pulire un locale dalle energie negative si possono posizionare cinque ciotole di media grandezza con all’interno del sale non raffinato: più precisamente quattro agli angoli ed una al centro del locale.E’ importante mantenere chiusa la confezione del sale prima dell’utilizzo predestinato, altrimenti inizierà ad assorbire tutte le impurità presenti nell’ambiente circostante. Le ciotole vanno lasciate per 24 ore dopo di che il sale va buttato via, in questo frangente di tempo il sale avrà assorbito tutte le energie infauste presenti nel locale.Si consiglia di usare questa tecnica per tutti i locali. Anche quando si lavano i pavimenti, si può aggiungere una manciata di sale all’acqua e detergente che si usa abitualmente. Anche alle persone che stanno attraversando un periodo difficile è consigliato posizionare un piatto fondo con dentro del sale sotto al letto all’altezza della testa, in questo modo le negatività verranno “esorcizzate”.Il sale va sempre cambiato ad ogni quarto di luna e va gettato rigorosamente nel gabinetto: con questo gesto rappresenteremo simbolicamente l’eliminazione dei nostri problemi attraverso lo scarico dell’acqua.

La tecnica del fuoco
Il fuoco è l’unico elemento in grado di ripulire un ambiente dalle energie negative senza contaminarsi a sua volta, è infatti molto positivo accedere all’interno dei locali candele o ceri meglio ancora per chi ha la possibilità di accendere un bel camino.
Una candela accesa posta al centro di un locale è in grado di ripulirlo dalle forme di pensiero negativo.
Fin dall’antichità si consiglia di non spegnere mai la fiamma soffiando, è meglio utilizzare un bicchierino rovesciato o le dita bagnate, in quanto soffiando andiamo simbolicamente a spazzare via la nostra energia vitale. Se vengono accese diverse candele nel locale è bene spegnerle sempre partendo dall’ultima accesa mai al contrario. Le candele possono essere anche crete artigianalmente, utilizzando la cera d’api, in questo modo durante la creazione si potranno aggiungere oli essenziali, acque solarizzate o fiori di bach rendendo così più potente la loro funzione.
La fiamma, durante la purificazione del locale va osservata, perché ci può dare delle informazioni: se aumenta la luminosità è un segno assolutamente positivo, se tende a diminuire potrebbe essere un preavviso di prossime difficoltà da affrontare, la fiamma che ondeggia continuamente indica cambiamento, mentre se si alza e si abbassa di continuo potrebbe indicarci potenziali pericoli in vista o comunque ci indica che c’è una situazione di instabilità in corso, se la fiamma si dovesse spegnere da sola, significa che nel luogo sono presenti energie infauste molto forti, quindi è bene procedere quanto prima con il rito della fumigazione.

La tecnica dell’acqua
L’acqua come sappiamo è l’elemento fondamentale della vita, tutte le acque cosiddette sante, sono acque vibrazionale in grado di depurarci e guarirci indipendentemente dal fatto che la persona sia religiosa o meno.
Nelle pratiche Feng shui l’acqua più utilizzata è quella di Lourdes, che sorge sotto la grotta dove sono avvenute le apparizioni.
Per pulire un ambiente o per purificazione personale si può preparare una boccetta con erogatore spray e la si può spruzzare nell’ambiente o su se stessi: è molto indicata quando si cambia casa, quando si soggiorna fuori, in locali abitati precedentemente da altre persone o negli alberghi, è consigliata anche nella camera da letto e nell’ingresso della casa. Se si traccia un cerchio con 27 gocce di quest’acqua davanti a se, essa crea una barriera vibrazionale che protegge da qualunque tipo di negatività.

Published in: on 23 settembre 2015 at 17:08  Lascia un commento  

Scongiuro siciliano contro il malocchio

San Pitruzzo di Roma vinìa

‘ncontrau ‘u Signuri cu la vergine Maria

“Chi hai, Pitruzzo, ca chiangi pi vvia?”

”E c’aviri, matri mia…

‘a testa mi ciaccaru

e ‘a mirudda m’immobilizzaru”

“Picchì non ci dicisti ‘a razione mia?”

“Picchì nunn’a sapìa”

“In nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo”

Published in: on 22 settembre 2015 at 09:28  Lascia un commento  

Orazione con la quale si chiede la restituzione di qualsiasi cosa sia stato prestato

+ Chi ha dato e chi ha preso
il mantello San Martino ha tagliato
Giuda traditore il rimorso lo ha divorato
quel denaro non lo ha arricchito
+ la bilancia Divina ha trionfato +
arde il fuoco del rimorso
brucia e non da pace
+ bruci ancora sino all’ora
in cui saprà di dover restituire +
3 Credo
1 Gloria
(si ripete per 7 giorni)

Published in: on 20 settembre 2015 at 07:06  Lascia un commento  

Orazione siciliana a Santa Barbara contro i tuoni

Santa Barbara 'n campu stava, 
Né di trona né di lampi si scantava. 

Trona e lampi, stativi arrassu: 
Ghista é casa di Santu Galassu; 

Santu Galassu e Santu Simunì, 
Ghista è la casa di Nostru Signuri.
Published in: on 9 settembre 2015 at 10:46  Lascia un commento  

Per migliorare la tua attività

Occorrente:
7 candele bianche
1 ciotola di terracotta o di vetro
1 nastro di stoffa nero
1 pugno di sale
1 foglio di carta pergamena
1 pennarello
Procedimento:
Esegui questo rituale il giovedi sera, quando tutto è tranquillo il luogo deve essere quello dove svolgi la tua attività. Sul foglio di carta scrivi la data da cui ritieni che i tuoi affari abbiano iniziato ad andare male, poi scrivi quella che secondo te è la probabile causa(scarsità di clienti,crisi economica,concorrenza) poi scrivi la seguente frase: “Con il potere che mi viene concesso, chiedo che entro i prossimi 7 giorni tutto che ostacola i miei affari venga assorbito dalla carta e dall’acqua.” Infine scrivi la data corrispondente ai 7 giorni dopo che dovrà essere un giovedì, la data deve essere completa: giorno della settimana,mese ed anno; arrotola il foglio di carta e legalo con il nastro nero, mettilo nella ciotola con un po’ d’acqua e un pizzico di sale, accendi una candela bianca ogni sera che passa.
Il giovedì successivo senza accendere nessuna candela, ringrazia e getta la carta e l’acqua nello sciacquone, fai scorrere l’acqua finchè il foglio non sia scomparso.

Published in: on 6 settembre 2015 at 08:45  Lascia un commento  

Rituale per sognare l’anima gemella

Ciò che vi occorre:
3 mandorle
3 grani di uva passa
1 quadrato di stoffa rosso grande abbastanza da contenere uva passa e mandorle
1 candela di colore rosso
Latte (o latte di mandorla)
Miele
Come procedere:
Aprite il cerchio magico e accendete la candela. Fissate la fiamma fino a che non avvertite una sensazione di pace, quando avrete la testa libera da ogni pensiero, come se steste meditando. Prendere le mandorle e l’uva passa e tenete il tutto nelle mani, visualizzate l’incontro con la vostra anima gemella. Sentite le sensazioni di questo incontro, la gioia, il batticuore, l’amore. Quindi non concentratevi sulla persona ma proprio sulle sensazioni provate.Quando sentirete tutte quelle bellissime sensazioni dite:
“Spiriti di unione, angeli d’amore
portatemi una visione stanotte,
permettetemi di vedere nel sogno
la mia anima gemella, quando è il momento giusto.
Così sia.”
Deponete adesso le mandorle l’una passa nel quadrato di stoffa. Chiudetelo a mo di sacchetto. Spegnere la candela e chiudere il cerchio. Bevete il latte dopo aver messo un cucchiaino di miele ( il latte potrete scaldarlo se preferite). Infine deponete il sacchetto con le mandorle e l’una passa nel vostro cuscino con l’intenzione di sognare la vostra metà della mela.
Se non ricordate il sogno potrete fare di nuovo il rito dopo 2 settimane. Vi consiglio di annotare il vostro sogno nel vostro libro delle ombre o dove preferite, così che possiate ricordarvi ogni dettaglio.

Published in: on 5 settembre 2015 at 09:59  Lascia un commento  

Antica preghiera a San Giuseppe per il lavoro.

Avi, sarvi San Giuseppi
siti tutto carità
aiutatini e assistitini
nta la nostra nicissità.
Lu Bamminu chi ci invita
la Santissima Trinità
e ludamu a San Giuseppi
cu firvuri e carità.
Gloria a lu Patri e a lu Spiritu Santu
e ludamu a Giuseppi santu
tutti facemu rivirenza a Diu
lu nomu di Gesù, Giuseppi e Maria.
San Giuseppi è lu maggiuri,
‘n testa purtava la santa curuna
a li manuzzi lu santu vastuni,
siti lu patri di lu nostru Signuri,
quannu purtastivu a Maria ‘n Egittu.
Datinni aiutu nta stu bisognu strittu.
‘Nta stu bisognu e nicissità
San Giuseppi n’aiuterà.
Pi la vostra gran putenza
datini aiutu e pruvirenza,
pi la vostra santita datini aiutu pi cariti
Gesù, Giuseppi e Maria
vi dugnu lu cori e l’arma mia.
Amen

Published in: on 1 settembre 2015 at 05:17  Lascia un commento