Per scongiurare una tempesta

Madonna della figura

Porta la tempesta in quella valle scura

Dove non ci soffia né sole né luna

Non ci passa nessuna creatura

San Giovanni Battista

Che battezzasti Cristo

Battezza quella nuvola trista

Non possa fare nessun danno

Nel nome del Padre del Figlio e dello Spirito Santo.

 

Ciò detto, si fanno tre croci in direzione della nuvola temporalesca.

 

Annunci
Published in: on 22 novembre 2016 at 08:30  Lascia un commento  

Antica orazione siciliana a Gesù,a San Giuseppe,Sant’Anna e Maria

( Per avere protezione)

Ripetere per tre volte:

“Gesù, Giuseppi, Sant’Anna e Maria

vi dugn u cori e l’anima mia;

Gesù, Giuseppi, Sant’Anna e Maria

assistimi finu all’ultima agunia;

Gesù, Giuseppi, Sant’Anna e Maria

siati sempri a me cumpagnia.”

Published in: on 21 novembre 2016 at 08:57  Lascia un commento  

Antico scongiuro siciliano da campana santa

Per avere luce nella propria vita

A mezzogiorno ripetere per tre volte il seguente scongiuro:

“Sona, sona,campana santa

dugna a luci a tutti quanti;

dugna a luci puru a mia

chi ti dicu un’Avi Maria”

3 Ave Maria

 

Published in: on 19 novembre 2016 at 10:22  Lascia un commento  

Rito per attirare denaro

Si tratta di un   rituale utilizzato per richiamare la fortuna, in modo che il denaro e la prosperità giungano nella nostra vita.
L’elemento fondamentale è un biglietto.
Ma non è l’unico elemento necessario.

Occorrente:
• Un biglietto giallo.
• Una candela gialla.
• Una striscia di stoffa gialla lunga circa 10 centimetri.
• Foglie di alloro e un rametto di timo.

Esecuzione:

Questo rituale del biglietto dovrebbe sempre essere fatto quando la luna è al primo quarto.
Iniziate accendendo la candela gialla, ponendola su una base di legno con biglietto verso di voi.

Mettere una goccia di cera in ciascuno degli angoli del biglietto e tre gocce nel centro.

Su ciascuna delle sette gocce di cera, mettete un pò di timo e alloro in polvere o sbriciolati.

Aggiungere foglie di alloro al centro del biglietto e arrotolatelo.
Avvolgete il biglietto, facendo sette nodi, con il nastro giallo.

Recitate questa orazione:

“Per sette volte sette, che il denaro venga a me come le api al miele.”

Riponete il biglietto in un luogo sicuro, lontano da mani ed occhi indiscreti.

 

Published in: on 17 novembre 2016 at 12:30  Lascia un commento  

Rituale per attrarre il successo finanziario

Eseguire questo rito all’esterno.

Inizia con la luna piena e per un periodo di nove giorni.

Materiali necessari:

1 fazzoletto bianco.
1 candela bianca.
1 foglio di carta pergamena.
1 piccola giada.
1 confezione di incenso all’arancio, in chicchi(grani).
1 carboncino.
1 ciotola in cotto.
1 piano su cui lavorare.
 
Prepara il tuo piano di lavoro con i materiali e concentrati mentalmente sul tuo desiderio di attrarre successo finanziario.
Prendi la candela bianca, puntala verso la luna e accendila.
Accendi il carboncino e disponi tre chicchi di incenso all’arancio intorno ad esso.
Adagia sul fazzoletto bianco la pietra di Giada.
A questo punto scrivi sul foglio: “Pietra Vittoriosa Giada, piena di bontà verso tutti coloro che invocano il tuo potere, portami il successo finanziario, ora e per sempre te lo chiedo, tieni lontano da me la sfortuna e concedimi di ottenere il successo finanziario che merito”.
Termina scrivendo le tue iniziali.
Posiziona il foglio sul fazzoletto bianco, il tutto sul tuo piano, per 9 giorni, lontano da occhi e mani indiscrete.
Tutti i giorni brucia dell’incenso all’arancio e recita 3 volte al giorno, lo stesso desiderio di seguito, comprese le tue iniziali.
Il nono giorno, prendi il pezzo di carta e brucialo nella ciotola.
Conserva la cenere e prima di una occasione “importante”, quando necessiti di fortuna, portala con te avvolta nel fazzoletto insieme alla pietra di Giada.
Portala con te  in tasca o in borsa, e ti  aprirà le porte del  successo finanziario!

Published in: on 15 novembre 2016 at 10:24  Lascia un commento  

Incantesimo del ritorno

Occorrente:

  • Due candele bianche
  • Una foto della persona con cui volete fare pace (nella foto ci dovrà essere solo la persona in questione, quindi tagliate, se è il caso, tutti gli altri)
  • Una foto vostra che sorridete
  • Un bustina di camomilla
  • Un pezzo di stoffa blu

Procedimento:

  1. Esattamente alle ore 20.00 dovrete accendere le candele bianche che avrete in anticipo caricato e preparato.
    Prendete lunghi respiri e rilassatevi. Lasciate ogni tensione, ogni pensiero o emozione negativa. Pensate solo a cose belle, ad esempio ad un luogo che vi ispiri un senso di pace, tranquillità e gioia.
  2. Una volta che vi sentiti rilassati, tenete in mano l’immagine della persona di cui volete il ritorno e dite:

“Con la luce della fiamma
io accendo in te il bisogno di me.
Ogni volta che ripeterò il tuo nome
in te divamperà un calore
che infonderà pace, felicità e amore/amicizia.
L’incantesimo del ritorno
ora è lanciato.
Così sia!”

  1. Pronunciate il nome della persona di cui volete il ritorno, per 3 volte lentamente.
  2. Ponete faccia a faccia la vostra foto con la foto del vostro amante/amico.
  3. Avvolgete le due foto con il filo della bustina di camomilla e infine avvolgete il pacchettino nella stoffa blu.
  4. Nei giorni a seguire dovrete accendere ogni giorno alle ore 20.00 le candele bianche e ripetere per tre volte il nome della persona con cui avete litigato.
  5. Attenderete dunque 3 settimane per poi provare ad invitarlo/a per una cena o un pranzo di chiarimento. Se l’incantesimo avrà avuto successo lui/lei accetterà il vostro invito.

 

Published in: on 13 novembre 2016 at 08:11  Lascia un commento  

CLAUDE MARCHIENNES – IL LIBRO DELLE ARTI MAGICHE DIVINATORIE

Fresco di stampa, è uscito da qualche giorno il nuovo volume sulla divinazione, facente parte della meravigliosa collana: CORSO DI MAGIA PRATICA

L’AUTORE

Claude Marchiennes
Claude Marchiennes discende da una famiglia di noti occultisti francesi, di cui il capostipite, Elia, è considerato tra i più grandi praticanti di arti magiche di ogni epoca.

IL LIBRO
Indovini, sciamani, sacerdoti, oracoli, sibille: la divinazione è un’arte magica praticata presso tutti i popoli, fin dai tempi più antichi. Oggi come allora si cerca di conoscere in anticipo ciò che avverrà. Ma leggere il futuro non ne è l’unico scopo e neppure il più alto: il mago e la strega che sanno padroneggiare le tecniche descritte in questo libro possono infatti mettersi in contatto con la dimensione sconosciuta di ogni cosa accaduta e che deve ancora accadere.
È una sensazione meravigliosa, di grandezza e mistero, potenza e vertigine, che può sperimentare appieno solo chi padroneggia le diverse arti della divinazione, dalla chiromanzia alla veggenza, dalla numerologia alla caffeomanzia, dalla geomanzia all’interpretazione dei sogni, fino alla lettura della sfera di cristallo. Di ognuna di esse Claude Marchiennes ci offre una dettagliata analisi, suggerendocene l’uso migliore e indicando gli errori da evitare, per il bene nostro e quello altrui.
Prezzo di copertina € 14.50
Per richiederlo telefonare allo 011/5175324
oppure
http://www.etadellacquario.it/Collane/Corso-di-Magia-pratica

 

Published in: on 13 novembre 2016 at 08:01  Lascia un commento  

Sacchettino calabrese contro il malocchio

Cosa vi serve:
_Un sacchettino (tipo quelli da bomboniera) oppure un pezzo di stoffa (se desiderate cucirvelo voi).
_3/4 spicchi d’aglio.
_Sale grosso.
_Un cornino (magari in corallo) o qualcosa di simile.
_Sale grosso.
_Un santino (o un Padre Nostro).

Mettete tutto nel sacchettino e portatelo sempre con voi.

Published in: on 11 novembre 2016 at 09:22  Lascia un commento  

Orazione siciliana al Signore per avere provvidenza

“Mi ‘nginucchiai davanti a vui Signuri,
Ju vi vidu in Cruci stati,
Sugnu na’ misira piccatrici ca non si sapi
Cunfissari;
Mi cunfidu cu vui Signuri;
Vui sapiti i me’ piccati,
Vui viditi a me’ cuscenza
Datimi Grazii
Datimi Pruvvidenza.”

3 Pater

Published in: on 6 novembre 2016 at 10:39  Lascia un commento  

Antica Preghiera popolare siciliana della sera

“Bonasira, Madonna mia,

tuttu u munnu a tia s’inchina

e chi tuttu pirdunasti,

tuttu u munnu ralligrasti,

ralligrasti l’anima mia,

bonasira, Madonna mia.”

Va recitata tutte le sere, prima di andare a dormire.

3 Ave Maria

Published in: on 4 novembre 2016 at 17:44  Lascia un commento