Rito per proteggere la casa

Occorrente:

1 ciotola

1 vasetto di vetro con tappo

1 tazza 1/2 di sale

3 spicchi d’aglio

9 foglie d’alloro

7 cucchiai di basilico essiccato

4 cucchiai di semi di aneto

1 cucchiaio di anice

1 cucchiaio di salvia essiccata

1 cucchiaio di barba di finocchio

1 cucchiaio di pepe nero

Procedimento

In una mattina in cui il Sole splende, caldo e luminoso, posizionare davanti a voi la ciotola dove verserete a poco a poco tutti gli ingredienti.

Prendere il sale e dire le seguenti parole :

Sale che proteggi, proteggi la mia casa e ciò che c’è dentro.

Adesso prendere in mano i tre spicchi d’aglio e dire:

Aglio che proteggi, proteggi la mia casa e ciò che c’è dentro

Ripetere questa frase per tutti gli ingredienti che vi ho elencato.

Dopo che gli avrete inseriti tutti nella ciotola, iniziate a mischiare il tutto con le vostre mani. Mentre fate questo passaggio, immaginate l’energia protettiva che esce dalle vostre mani e dalle vostre dita. Immaginate la vostra casa protetta da una luce bianca che risplende e scaccia via ogni male. Immaginatelo come un posto di pace, di equilibrio, armonia e amore. Adesso, versate questo mix dentro il vasetto e chiudete con il tappo.

Posizionatelo in un punto ben visibile della vostra casa, di solito si usa metterlo  all’ingresso oppure nel salone. Mentre lo posizionate recitate queste ultime parole:

Sale ed erbe, nove volte nove guardie, adesso, in casa mia!

 

Published in: on 23 novembre 2017 at 08:54  Lascia un commento  

Rito della bottiglia di ammoniaca per capovolgere una situazione

Questo rituale arriva dalla magia popolare e serve per porre rimedio ad una situazione che sta prendendo una brutta piega. Si utilizza per problemi, d’amore, legali, lavorativi, economici ecc.
Occorrente:

1 bottiglietta di vetro, ammoniaca, una penna, un foglietto.

Procedimento:

Prendete un foglietto bianco e scrivete la situazione difficile che vorreste modificare. Il foglio deve essere della misura giusta della bottiglietta. In modo che sia completamente immerso nell’ammoniaca. Dopo che avrete scritto il vostro problema inserite il foglietto dentro la bottiglietta. Dovrete arrotolare il biglietto in modo che la parte scritta rimanga all’interno e non all’esterno, in questo modo nessuno leggerà il suo contenuto. Versate l’ammoniaca dentro la bottiglietta finchè non sarà completamente piena. Vi ricordo che l’ammoniaca è abbastanza pericolosa, è corrosiva e i suoi fumi sono tossici, prestate attenzione. Chiudete molto bene la vostra bottiglia. Pensate intensamente alla situazione che state vivendo e quando vi sentite pronti capovolgete la bottiglia ( in questo momento dovete sentire come se il tutto si ribaltasse, da negativo si trasforma in positivo) e deponetela capovolta in un posto buio come un armadio. Tenetela conservata fino a quando non avrete raggiunto il vostro intento

Published in: on 15 novembre 2017 at 09:43  Lascia un commento  

Rituale propiziatorio per attirare la fortuna

Occorrente:
– una candela verde
– una pergamena vegetale di cm 7 X 7
– dell’inchiostro rosso
– una penna d’oca
– un filo di seta di colore verde lungo cm 7
Procedimento:
Accendete la candela e, servendovi della penna d’oca e
dell’inchiostro rosso, scrivete sulla pergamena l’incantesimo:
“Chiedo alle forze del pianeta Mercurio
Di concedermi la fortuna
Di cui ho bisogno per
(precisate il settore in cui desiderare che la fortuna si manifesti).
Così sia fatto.”
Arrotolate la pergamena e annodatela con il filo di seta. Portatela sulla vostra persona, pensando spesso a ciò che desiderate.

Published in: on 9 novembre 2017 at 09:20  Lascia un commento  

Rituale per attrarre il denaro con Eleggua

Occorrente:

Quattro pezzi di cocco
Un piatto bianco
Sette candele
Miele
Pepe

Procedimento:

Appoggiare in un piatto bianco quattro pezzi di cocco con la parte bianca verso l’alto. Mettere su ognuno miele e pepe. Mettere il piatto dietro alla porta d’ingresso di casa e chiedere a Eleggua (anche chiamato Santo Bambino di Atocha) che avvicini il denaro alla vostra casa. Poi, per una settimana, accendere una candela bianca al giorno chiedendo la stessa cosa. Dopo una settimana, portare tutti gli elementi in un bosco.

Published in: on 3 novembre 2017 at 07:34  Lascia un commento  

Antica preghiera popolare siciliana ai morti.

Nell’entrare al cimitero recitare:
“Vi salutu morti tutti,
animi santi e corpi rutti,
unni erivu nui semu,
unni siti nui vinemu ,
cummu siti ni facemu.
Nui prijamu a Diu pi vui,
vui prijati a Diu pi nui;
Vi mannamu un requiem e eterna paci,
e ni videmu quannu a Diu piaci”.Eterno riposo.
Published in: on 1 novembre 2017 at 07:34  Lascia un commento