Rito apri porta

Rito Apri Porta

Occorrente:

  • una vecchia chiave o una che non usi più o una nuova a scelta
  • Un nastrino rosso di almeno 20 centimetri
  • una candela bianca
  • incenso con: Alloro, rosmarino salvia mirto e ginepro ridotti in polvere
  • un carboncino
  • un pentolino per poter bruciare
  • offerte
  • Procedimento:

 

Accendi la candela e l’incenso, forma il cerchio e chiama gli Elementi chiama la Dea e dichiara il tuo intento.

Prendi la chiave e purificala sull’incenso e sul fuoco, con l’acqua e sulla candela. Fai lo stesso con il nastrino.

Questo rito, è per aprire tutte le porte, ossia che renda tutto più semplice nella tua vita, senza intoppi, in tutti i campi. Ecco il senso della chiave, la chiave che apre Tutte le porte.

Quando dichiari l’intento, ripeti così:

“Grande Madre,

Dea Potente, questa chiave per me è importante,

Per aprire in ogni istante, ciò che chiude il mio futuro e il mio  presente! ”

 

Ora prendi il nastrino tra le mani e fai il primo nodo: dicendo:

” col primo nodo io l’incantesimo comincio”

Salta un pezzo e fai il terzo nodo dicendo: “con questo nodo il mio rito si è avverato!”

Lascia uno spazio e fai il quinto nodo, dicendo: ” Il quinto nodo è per il Potere che mi guida”

Tralascia l’altro spazio e fai il settimo Nodo: ” Per la Magia che in me risiede, la Dea ascolta e provvede!”

Ora vai tra il primo e il terzo nodo dove hai lasciato lo spazio e fai il secondo nodo dicendo: ” Il fato sia con me e ascolti il mio rito! ”

Vai tra il terzo e il quinto nodo,  e fai il quarto nodo e mentre lo fai, ripeti:” Il potere è prosperato!”

Il sesto nodo, lo farai dicendo: ” Ora il mio incantesimo è lanciato!”

L’ottavo nodo:” Il mio rito è realizzato!”

Ultimo e nono nodo concludi dicendo , mentre lo fai: Il mio desiderio è pronunciato!!!”

Lega il nastrino rosso alla chiave, dicendo: Così Voglio, così è così sarà!

Lascia la chiave vicino la candela, sino a che sarà consumata. I resti dell’incenso e della candela li butterai in un prato, e farai le offerte sotto un albero.

Metti la chiave dove la puoi vedere e toccare, almeno una volta al giorno. La puoi appendere al muro ad esempio.

Ti consiglio di ripetere il rito Apri Porta, ogni tre mesi, sempre con la Luna Piena, e di bruciare il nastrino, buttando le ceneri al vento.

 

Published in: on 30 marzo 2020 at 09:26  Lascia un commento  

Incantesimo della mela per la riconciliazione dei familiari

Per riconciliare i membri della famiglia, marito e moglie, compagni, fidanzati ecc preparate l’Incantesimo della Mela Stregata

Occorrente:

1 mela molto rossa
miele
cancella rossa
foglio bianco

 

Procedimento:

Scrivere il nome delle persone della famiglia che devono riconciliare
Togliere un pezzo della parte superiore della mela per formare un tappo, scavare per formare in cilindro interno, inserire il pezzettino di carta con i nomi, coprire con miele e chiudere.
Posizionarla accanto ad una candela rossa accesa e chiedere alla Dea di portare armonia tra queste persone.
Il giorno dopo posizionare la mela accanto ad un albero in un posto un po’ lontano dal passaggio oppure buttatela in mare, fiume, cascata ecc.

 

Published in: on 20 febbraio 2020 at 09:20  Lascia un commento  

INVOCAZIONE PER OTTENERE ABBONDANZA, PROSPERITA’, SOLDI E LAVORO

“Io ti invoco o spirito della Terra,
perchè tu possa guidare i miei guadagni in lidi sicuri;
io ti invoco o spirito dell’Aria
perchè tu possa condurre a me prosperità;
io ti invoco o spirito dell’Acqua
perchè tu possa lavare via da me ogni contrattempo lavorativo;
io ti invoco o spirito del Fuoco
perchè tu possa con la tua forza, riempire d’abbondanza il mio cammino.
E ora sette passi faccio ad Est per essere protetta nei miei guadagni
E sette ad ovest, perchè ciò che chiedo rallegri di pienezza la mia vita
E sette passi faccio a nord per pagare i miei debiti
E sette passi faccio a sud perché la mia famiglia viva nella prosperità”.
Published in: on 1 febbraio 2020 at 09:23  Lascia un commento  

PREGHIERA PER GUARIRE DA UNA MALATTIA D’AMORE

“O dei, se l’avere pietà è cosa vostra,
o se mai avete portato l’estremo soccorso a qualcuno ormai nella stessa morte,
volgete lo sguardo su me infelice, e,
se ho vissuto senza colpa, strappate da me questo morbo rovinoso
che insinuandosi, strisciando come un torpore nelle membra,
mi ha strappato ogni gioia dal cuore.
Ormai non chiedo questo,
che ella contraccambi il mio amore, o,
cosa che non è possibile, che ella voglia essere casta,
sono io che voglio guarire e liberarmi da questa tetra malattia.
O dei concedetemi questo in cambio della mia pietas.”
Published in: on 28 gennaio 2020 at 09:20  Lascia un commento  

Rituale di purificazione

Occorrente:

tre candele bianche;                                                                                                                                                            sale grosso;                                                                                                                                                                                                                                            un bicchiere d’acqua.

Procedimento:

Con il sale grosso tracciate un triangolo col vertice verso di voi e mettete al suo interno il bicchiere d’acqua.
Mettete le tre candele bianche nei tre vertici del triangolo e accendetele.
Recitate queste parole magiche per sette volte: “Madre della Terra, Padre dell’Universo purifica quest’acqua. Che sia purificata nel tuo nome e nel nome della Madre Terra, purifica questo liquido, rendilo sangue con l’amore e la giustizia. Come in alto come in basso, come fuori come dentro”.
Bevete il bicchiere d’acqua e lasciate che le candele si consumino meditando, fissando la fiamma delle candele. Ripetete il rituale tre volte, per tre giorni consecutivi.

Published in: on 9 dicembre 2019 at 09:45  Lascia un commento  

RITO DI CONGELAMENTO

Occorrente:

-Pergamena
-Una penna nera
-Un barattolino con il coperchio
-Una piccola brocca d’acqua
-Una candela nera

Procedimento:

Chiudete il cerchio e invocate gli elementi. Invitate la dea dicendo:

“Ecate, signora della notte, divinità guardiana, unisciti a me e donami la tua protezione.”

Visualizzate la persona che vi sta danneggiando e scrivete sulla pergamena queste parole:

“(Nome), ti impedisco di farmi del male. Lo chiedo per il bene di tutti, così sia.”

Ripetete la formula a voce alta. Infilate la pergamena nel barattolino, poi riempitelo per tre quarti di acqua e sigillate il coperchio con la cera di una candela nera. Tenete in mano il contenitore e sentite la pace circondarvi. Congedate la dea dicendo:

“Signora, ti ringrazio della tua protezione. Rimani se vuoi, vai se devi. Io ti congedo, ii benedetta.”

Liberate gli elementi e aprite il cerchio. Riponete il contenitore in fondo al congelatore, dove non venga toccato da nessuno. Fate bruciare completamente la candela. Quando avete la certezza che il problema sia risolto, potete disfare l’incantesimo: aprite il barattolino e lasciate sciogliere il contenuto nel lavandino, poi lavate via i residui di pergamena.

Se ci sono pezzi piuttosto grandi di pergamena ancora intatti dopo che il ghiaccio si è sciolto, seppelliteli o bruciateli e ringraziate di nuovo la dea per la sua protezione.

Published in: on 5 giugno 2019 at 08:32  Lascia un commento  

Rituale wicca per proteggere dal male, una persona cara

Questo è un rituale di protezione destinato a tutti coloro che vogliono proteggere dal male una persona cara.

Avrete bisogno di un incenso protettivo e potrete optare per la mirra, l’aglio, la salvia, il rosmarino, l’alloro, il basilico, sandalo. Questi sono gli incensi che a mio avviso tutti possono facilmente reperire.

Gli ingredienti:

Incenso protettivo

Candela bianca

Una foto della persona cara

Per prima cosa accendete l’incenso, e lasciate che il suo fumo inebri la stanza.Prendete la foto di chi amate, mettete sopra la candela e accendetela. Immaginate una luce bianca che si formerà attorno a chi amate fungendo da scudo protettivo. Nel mentre ripetete questo canto:

Oh Dea, proteggi chi amo ogni giorno, sia quando dorme, che quando è sveglio. Aiutalo ad avere un sorriso smagliante e a mantenersi in salute sotto la tua amorevole luce protettiva. Proteggilo da tutte le avversità e dalle paure, perché è colui che ho di più di caro. Ringrazio la Dea per il suo aiuto, io credo nel suo potere, così sia!

Questo rito potete dedicarlo anche a più persone, ad esempio potete prendere una foto di famiglia se pensate che qualcuno ha operato contro di voi o se avete paura che qualcuno possa farlo.

Published in: on 1 dicembre 2018 at 08:21  Lascia un commento  

Incantesimo per allontanare un rivale in amore

Occorrente:
– 1 candela rossa
– olio d’oliva
– Sale

L’incantesimo serve per allontanare dalla vita della persona amata un’altra persona che può bloccare la nascita della storia d’amore o essere d’intralcio per il rapporto

Da praticare il martedì di luna calante

Procedimento:

Creare il cerchio magico
Incidere sulla candela il nome della persona da allontanare (rivale)
Ungere la candela con olio d’oliva mescolato con il sale
Pronunciate la formula seguente visualizzando la persona rivale che si allontana dal vostro amato per sempre senza mai voltarsi indietro

Nel nome della Dea dai diecimila nomi
Nel none della Dea della guerra
Io ti allontano per sempre da me e dal mio amato
Non avrai più alcuna influenza su di noi
Vattene e non tornare più
Così è, così è, così è!

Fatto questo rimanete in meditazione e poi lasciate la candela a consumarsi tutta.
Appena l’incantesimo avrà fatto effetto liberare i resti della cera in un corso d’acqua ringraziando la Dea che ha ascoltato le vostre preghiere.

Di base il tempo di attesa è la lunazione completa ma mi è già successo un paio di volte che il tutto avvenisse in un paio di giorni…

Ricordate però che se cercate di allontanare una persona solo per ripicca o per una storiella le conseguenze non tarderanno ad arrivare anche se con questo incantesimo non si augura il male a nessuno

Published in: on 10 aprile 2018 at 08:50  Lascia un commento  

Rituale di veggenza.

Questo rituale celtico, molto antico, era fatto dalle ragazze in età da marito, per vedere il viso del futuro sposo.

Deve essere fatto tra le 22 e la mezzanotte di San Silvestro, prima che inizi il nuovo anno. Prendere un bacile di rame nuovo. Riempitelo per metà di acqua e mettetelo su di un tavolo in modo che vi sia comodo guardarci dentro. Mettete sul tavolo anche due candele viola e un incensiere con incenso in grani.

Le due candele devono essere messe abbastanza lontano, in modo tale che la loro fiamma non si rifletta nell’acqua.

Accendete l’incenso, poi le due candele. Fissate lo sguardo al centro del bacile, tenendo le due mani ai lati (destra e sinistra). Cercate di svuotare la mente da ogni pensiero. Soffiate lentamente sull’acqua e dite: “Voglio che sia aperto il mio occhio interiore, emerga la visione e scompaia il grigiore. Che io veda la verità in ogni immagine che verrà”. Ripetete la formula lentamente, ritmicamente, alternandola a soffi sull’acqua. Ad un certo punto dovrebbero manifestarsi immagini sul pelo dell’acqua.

 

Published in: on 27 dicembre 2017 at 09:52  Lascia un commento  

Per allontanare un rivale in amore

Occorrente:
una candela rossa
olio d’oliva
sale
Procedimento:

Il rito serve per allontanare dalla vita della persona amata un’altra persona che può bloccare la nascita della storia d’amore o essere d’intralcio per il rapporto. Da praticare il martedì di luna calante.
Procedimento: creare il cerchio magico incidere sulla candela il nome della persona da allontanare (Nome rivale) ungere la candela con olio d’oliva mescolato con il sale, pronunciate la formula seguente visualizzando la persona rivale che si allontana dal vostro amato per sempre senza mai voltarsi indietro:
“Nel nome della Dea dai diecimila nomi
nel nome della Dea della guerra
io ti allontano per sempre da me e dal mio amato
non avrai più alcuna influenza su di noi
vattene e non tornare più così è, così è, così è!”
Fatto questo rimanete in meditazione e poi lasciate la candela a consumarsi tutta. Appena il rito avrà fatto effetto liberare i resti della cera in un corso d’acqua ringraziando la Dea che ha ascoltato le vostre preghiere.

Published in: on 3 aprile 2017 at 10:23  Lascia un commento