Invocazione all’ Arcangelo Sachiel per ricevere denaro e realizzare un desiderio

“Gloria a te, Zachiel
Arcangelo celeste
Signore dei domani più lieti e sereni.
Io ti chiedo di affrancarmi dal passato,
Affinché mi sia dato ormai da agire e di riuscire.
Ero solo vivevo in solitudine,
Ma grazie al fiorire delle mie preghiere,
Io posso con te lodare ed esaltare lo spirito dell’universo,
E rendergli grazie per la mia riuscita morale e materiale.
È così sia. Grazie.”

Annunci
Published in: on 10 luglio 2019 at 06:21  Lascia un commento  

Rituale per la protezione della casa

Materiale occorrente:
– 4 candele celesti
– 1 candela colorata
– verbena
– sale consacrato
– pentacolo del sole
– 1 pentola
– 1 giornale

Svolgimento:

Collocare le 4 candele celesti ai 4 angoli estremi della casa e la candela dorata al centro della casa .
Accendere per prima la candela dorata, poi la candela celeste posta a Nord e così via le altre , tenendo conto di accenderle in senso orario.
Quindi prendere un giornale , metterlo dentro una pentola e dargli fuoco. Mentre arde la fiamma, mettere a bruciare la verbena, dopodiché mettetevi in ginocchio e con la pentola in mano, fate il giro di tutta la casa costeggiando le pareti.
In ogni stanza pronunciate il seguente scongiuro :
” In nome delle forze occulte positive e con la forza di Adonai , ogni maleficio e negatività sparire dovrà. Così sia ”

A questo punto prendere il sale consacrato e tracciare con esso, una riga dinanzi ad ogni finestra e porta d’ingresso, ripetendo ogni volta la frase sopra indicata .
Quando le candele saranno esaurite, ripulire il tutto, prendere il Pentacolo del sole e nasconderlo all’ingresso.

Published in: on 1 luglio 2019 at 06:33  Lascia un commento  

ANTICO SCONGIURO SICILIANO CONTRO IL MALOCCHIO

Fare il segno della croce sulla fronte dell’ammalocchiato e dire tre volte:
“Leviti ucchiatura maliditta,
leviti di ‘sta testa biniditta,
vattinni a mari,
unni nun c’hana essiri,
nè pisci e nè mancu cristiani.”

Alla fine si aggiungono tre Pater e tre Ave.

Published in: on 27 giugno 2019 at 09:48  Lascia un commento  

Rito di purificazione

OCCORRENTE
1 candela bianca
1 spillo
1 testimone
1 foto
olio
1 piatto bianco

PROCEDIMENTO:

Prendi una candela bianca e su di essa incidi con uno spillo nome cognome e data di nascita della persona interessata….ungi la candela con olio….poni la candela sopra un piatto bianco(sotto ponete la foto) e fai un cerchio di sale….accendi la candela col fiammifero e reciti

“(nome) possa tu essere benedetto. che tutte le cose buone giungano a te. che nessuna negativita stia attorno a te. che il tuo cuore si accenda. che i tuoi viaggi siano sicuri. che la tua salute sia buona. che la tua mente sia sana. che le tue amicizie ti sostengano. che tu sia benedetto in ogni modo.”

Lascia consumare…se hai un testimone e meglio…lo metti sotto al piatto i resti li seppellisci ai piedi di un albero.

Published in: on 21 giugno 2019 at 09:01  Lascia un commento  

Fattura di seduzione con gli spilli

Questo rituale deve essere iniziato la notte tra giovedì e venerdì, poco prima di mezzanotte con la luna crescente. Su una candela rosa incidete con uno stuzzicadenti, nome e cognome della persona che volete sedurre. Mettete tanti spilli quante sono le lettere. A mezzanotte accendete la candela e pronunciate:

“Spirito di Venere io ti prego di consumare il cuore di (nome della persona) nello stesso modo in cui si consuma questa candela affinché si leghi a me per sempre. così sia!”

Quando cadrà uno spillo spegnete la candela con le dita. Ogni sera prima di mezzanotte la riaccenderete, lasciandola consumare dopo aver pronunciato la stessa formula e fino a quando un altro spillo cadrà. La persona cederà al vostro fascino prima che tutti gli spilli siano caduti.

Published in: on 12 giugno 2019 at 08:37  Lascia un commento  

RITO DI CONGELAMENTO

Occorrente:

-Pergamena
-Una penna nera
-Un barattolino con il coperchio
-Una piccola brocca d’acqua
-Una candela nera

Procedimento:

Chiudete il cerchio e invocate gli elementi. Invitate la dea dicendo:

“Ecate, signora della notte, divinità guardiana, unisciti a me e donami la tua protezione.”

Visualizzate la persona che vi sta danneggiando e scrivete sulla pergamena queste parole:

“(Nome), ti impedisco di farmi del male. Lo chiedo per il bene di tutti, così sia.”

Ripetete la formula a voce alta. Infilate la pergamena nel barattolino, poi riempitelo per tre quarti di acqua e sigillate il coperchio con la cera di una candela nera. Tenete in mano il contenitore e sentite la pace circondarvi. Congedate la dea dicendo:

“Signora, ti ringrazio della tua protezione. Rimani se vuoi, vai se devi. Io ti congedo, ii benedetta.”

Liberate gli elementi e aprite il cerchio. Riponete il contenitore in fondo al congelatore, dove non venga toccato da nessuno. Fate bruciare completamente la candela. Quando avete la certezza che il problema sia risolto, potete disfare l’incantesimo: aprite il barattolino e lasciate sciogliere il contenuto nel lavandino, poi lavate via i residui di pergamena.

Se ci sono pezzi piuttosto grandi di pergamena ancora intatti dopo che il ghiaccio si è sciolto, seppelliteli o bruciateli e ringraziate di nuovo la dea per la sua protezione.

Published in: on 5 giugno 2019 at 08:32  Lascia un commento  

Preghiera a San Pasquale Baylonne per trovare marito.

San Pasquale Baylonne
protettore de le donne
mannammello ‘nu marito
janco russo e culurito
ha da esse tale e quale
como a te Santo Pasquale.

Published in: on 1 giugno 2019 at 07:33  Lascia un commento  

Antichi rimedi della nonna contro i malanni

Tra i più famosi rimedi propinati dalle nonne  per guarire da comuni malanni vi erano:

“U sbruffuni”  o suffumigi, una pratica consistente nella respirazione di vapori (con aggiunta di bicarbonato o di essenza di menta) emanati dall’acqua in ebollizione nella pentola. Questo metodo era efficace contro il naso tappato ed il raffreddore.
“I vintusi” ovvero le sanguisughe che succhiavano il sangue cattivo dalle spalle dell’ammalato.
“U vinu cottu” serviva contro febbre, raffreddore, dolori, ecc.
“A pala di ficurinia” si usava in caso di tagli profondi o spaccature. Si ripuliva dalle spine e cicatrizzava la ferita.
“I stuppati”, venivano usati per ingessare una parte contusa. L’operazione avveniva montando a neve dei bianchi d’uovo che venivano poi appoggiati sulla parte contusa assieme a del cotone. Nasceva una vera e propria ingessatura robusta ed efficace.

Published in: on 28 Mag 2019 at 07:23  Lascia un commento  

ATTIRARE E RAFFORZARE UN AMORE CON PIETRE E CANDELE

 

OCCORRENTE :
Una candela rosa consacrata con olio di gelsomino
Un quarzo rosa, una rodocrosite e un cristallo di rocca
Una penna rossa
Un foglietto verde

Fase lunare: plenilunio o luna crescente di venerdì

Procedimento:

Accendere la candela rosa già consacrata e vestita per il nostro rituale. Disporre intorno ad essa il quarzo rosa a sinistra, la rodocrosite al centro e a destra il cristallo di rocca. Per dare maggiore intensità vibrazionale, possiamo utilizzare anche più di un pezzo di cristallo per tipologia.
Scriviamo il nostro intento e leggiamolo a voce alta, seguito da “Chiedo ascolto per il mio desiderio d’amore. Si risvegli l’interesse di N.N. con l’aiuto della Madre Luna, l’Eterno Fuoco e la Potente Terra, in unione alla Sacra Aria e all’Acqua di Vita. Risvegliate il suo interesse per me, senza costrizioni, aiutandolo a far luce nel suo cuore confuso.”
Possiamo ora bruciare il fogliettino con la nostra richiesta alla fiamma della candela, che faremo poi consumare completamente, possibilmente in prossimità di una finestra da cui si possa scorgere la luna piena.

Published in: on 23 Mag 2019 at 07:56  Lascia un commento  

RITO PER ATTIRARE L’AMORE

 
Da effettuare di Venerdì in luna crescente
OCCORRENTE:

oggetti simili hanno un’affinità magica l’uno per l’altro, quindi tendono ad attirarsi. I petali di rosa hanno come poteri amore, divinazioni d’amore, fortuna e protezione. La rosa viene associata alle emozioni. Il profumo delle foglie di basilico provoca immediatamente simpatia tra gli animi e strofinate sulle mani attira le persone. Il quarzo rosa è la pietra per eccellenza dell’amore, dell’amicizia, dell’affetto. Io aggiungerò il turchese perché vorrei attirare amicizia e un amore ehm… meno “sconvolgente” ma più mentale e d’intesa intellettiva.
Quindi: miscela di petali di rosa e foglie di basilico, un quarzo rosa (facoltativo), turchese (facoltativo) candela rosa più o meno intenso, sono gli ingredienti per l’incanto di stasera.
Divinità da invocare (facoltativo e comunque a secondo del credo personale): Ecate

PROCEDIMENTO:

All’ora che vi sarà più congeniale, al calar delle tenebre, amici praticanti, preparate l’altare. Prendete un piatto bianco. Preparate la miscela di petali di rosa e foglie di basilico. Accendete un incenso alla rosa o ad un aroma che vi piaccia, passate la candela su di esso per purificarla. Questo aiuta a concentrarvi. Intingete indice e pollice della mano destra in olio di oliva e “vestite” la candela passando dallo stoppino al centro, dal fondo al centro concentrandovi su ciò che volete attrarre nella nostra vita (amore? amici? serenità famigliare? armonia?). Ora fissate la candela al piattino con delle gocce di cera fusa. Prendete il composto di petali e basilico e spargeteli intorno alla candela (sorridete please, niente faccino teso), una spruzzata di cannella. Sistemate il quarzo rosa e turchese davanti a voi (che sono facoltativi, repetita iuvant). Intonate questa invocazione ad Ecate per rafforzare la concentrazione e invocate i quattro elementi, la Luna e il Sole affinché vi sostengano nel vostro desiderio.

“Oh signora delle falci di luna dei cieli stellati,
Oh signora delle maree e dei lamenti dell’oceano;
ascolta il mio canto, qui fra gli obelischi,
aprimi alla tua luce mistica;
risvegliami con i tuoi toni sacri e argentati,
stai con me nel mio rito sacro!”.

E ancora:

“Perchè sigilli il mio incantesimo,
la Terra vado ad invocare
e l’Aria perchè rapido lo faccia viaggiare,
che luminoso come il Fuoco lui possa ardere e brillare,
e come l’Acqua in profondità fluttuare.
Dei quattro Elementi non mi posso scordare
come del quinto, lo Spirito, che tutto andrà a controllare.
Per tutti i poteri della Luna e del Sole
Questo è il mio incantesimo, perchè possa girare!
Questa è la mia volontà, che si possa realizzare!

Ringraziate e salutate.

Lasciate bruciare la candela fino alla fine. I resti, come al solito, gettateli in un corso d’acqua o seppelliteli sotto terra.

Published in: on 15 Mag 2019 at 07:51  Lascia un commento